È MOMENTO DI CURA,IL “MEDICHESE” NON SERVE

Il medico deve fornire un’informazione completa al paziente. A dirlo non è un manuale di comunicazione medico-paziente ma una sentenza della Corte di Cassazione, la 6688/2018, con cui è stato condannato un camice bianco al risarcimento dei danni da perdita di chance e quello morale ai familiari di un paziente deceduto: il medico in questione ha rispettato l’obbligo informativo, ma lo ha fatto con un linguaggio tecnico sulla diagnosi della malattia senza farsi comprendere bene dal paziente.